 PressPool ufficio stampa digitale

Siamo una post-produzione indipendente sempre più social": Stefano Monzio, Red-Line

"Siamo indipendenti in molti sensi. Prima di tutto, perchè dai nostri studi si esce con il prodotto finito sia per quanto riguarda il video, sia l'audio. Poi dal punto di vista economico: non abbiamo un finanziatore o socio occulto alle spalle che ci consenta di fare questo lavoro indipendentemente dai risultati. E ciò rende tutto particolarmente realistico: quello che facciamo interessa il mercato e il mercato risponde, consentendoci di fare questo mestiere. La post, inoltre, appartiene interamente a noi, il che significa che non rendiamo conto a nessuno delle nostre scelte." Stefano Monzio Compagnoni, Red-Line.

[di Roberto Landini PressPool. Articolo in pubblicazione su Millecanali, Ed. ilsole24ore, diritti riservati]

Piuttosto fresca, la struttura milanese di post produzione Red-Line, è attiva da circa un anno e mezzo, fondata da due soci, Roberto Maltagliati e Stefano Monzio Compagnoni.
Si sono conosciuti molti anni addietro in una importante casa di produzione e poi, a distanza di molti anni ed esperienze parallele, hanno deciso di unire forze e competenze realizzando proprio nel cuore della Milano modaiola in via Tortona al 18 a Milano, una struttura di post audio/video snella ma completa.
"Abbiamo deciso di creare una nuova struttura di post indipendente per dedicarci soprattutto alla pubblicità, ai rapporti con agenzie e case di produzione. Abbiamo un buon know-how anche nel doppiaggio, grazie alle mie radici nell'audio e nel video grazie all'esperienza di Roberto."
Le sale sono organizzate più o meno in modo speculare con una workstation, due monitor come interfaccia operatore, un grado 1 PAL e un monitor per il cliente, molto vicino al grado 1 per taratura; completano il tutto degli ascolti di qualità.
Le salette sono tutte molto confortevoli, il trattamento acustico è completo,
e il divano per i clienti non manca mai!
Possono smistare sia video sia audio nelle varie sale e distribuire le varie lavorazioni, in HD-SDI 3G.
L'allineamento dei monitor in particolare è sentito come molto importante, infatti sono dotati di apposite sonde di taratura ed hanno aderito molto volentieri alla recente iniziativa di Unapost tesa ad allineare la colorimetria dei monitor di tutte le strutture associati.

Allineati
Stefano Monzio Compagnoni sottolinea: "Per noi è molto importante che il cliente e l'operatore vedano la stessa qualità colorimetrica. Il lavoro a volte transita da una saletta all'altra e ci si deve ritrovare nelle stesse condizioni operative. Questo è un problema che spesso i clienti riscontrano, ma non da noi. Si tratta di una condizione particolarmente delicata da raggiungere perché ogni ambiente ha delle riflessioni proprie che si assommano al tipo di visualizzazione sul monitor."
Un pc di supporto in ogni sala permette al cliente di seguire da una postazione remota, anche sul proprio smartphone o tablet quello che si sta realizzando in Red-Line.
Stefano spiega: "Inviamo a quel PC il segnale in lavorazione direttamente in SDI e grazie a un programma di chat molto diffuso, abbiamo la possibilità di colloquiare da remoto col cliente che può visualizzare il lavoro di post e approvare a distanza. Siamo in streaming e quindi in tempo reale e nonostante questo la qualità di visione è sorprendentemente buona e per moltissime lavorazioni è più che sufficiente. Ci consente di sveltire molti passaggi e tante procedure che altrimenti necessiterebbero il classico iter di modifica-applicazione-spedizione-approvazione e poi da capo. Quindi realizziamo una vera e propria approvazione in tempo reale."

Speculari
In ogni sala, data la forte derivazione dal mondo musicale, è presente un sintetizzatore che in combinazione a Protools consente di realizzare al volo dei jingle e ritoccare il sound design con sfx personalizzati.
Stefano riprende: Le sale sono realizzate più o meno allo stesso modo sia come attrezzatura sia come software e la nostra filosofia è "in tutte le sale si possono produrre tutte le attività che sono alla base della nostra specializzazione".
Anche la color correction può essere effettuata internamente alla struttura. Infatti Red-Line dispone di un da Vinci Resolve completo di un pannello di controllo esterno che alla bisogna può essere velocemente spostato in ogni sala.
Le workstations con cui sono realizzate gran parte delle lavorazioni dispone di una scheda per l'uscita video in HD SDI 3G e consente anche di gestire la stereoscopia. Poi dispone internamente di schede DSP che si occupano di effettuare -in tempo reale- il calcolo del colore, della noise reduction, eccetera.

La color è arte
"Non abbiamo un colorist interno ma diversi esterni vengono a lavorare qui quando ne abbiamo bisogno ed hanno esperienze pregresse davvero prestigiose, possiamo quindi scegliere il colorist più adatto al progetto in corso. Per la gioia dei clienti possiamo offrire una color correction di qualità e sopratutto -ad hoc- su tutti i nostri lavori, il tutto a prezzi competitivi."
Proseguendo il tour interno a Red-Line si incontrano le sale di grandezza differente, con attrezzature speculari seppure disposte in modo diverso.
Sono quattro, universalmente concepite per l'on-line e l'off-line, impiegando per molto tempo Final Cut e di recente sono passati ad Adobe Premiere.
La struttura dispone di Nukex per il compositing che consente di gestire lavori di grande complessità.
Una sala trattata acusticamente per il doppiaggio speaker completano il profilo.
Oltre alla post produzione tipica realizzano anche filmati istituzionali, sempre più "virali" ossia comunicati pubblicitari ma non destinati alla televisione.
Di recente, hanno realizzato un progetto filmato che veniva utilizzato sulla pagina Facebook di una nota casa di prodotti per la cura della pelle.
La fruizione, partendo dal social, avviene grazie a un motore apposito, particolare, che consente di utilizzare le foto di profilo dell'utente Facebook e integrarle con alcuni dati personali (nome e indirizzo) in un framework che permette di creare un compositing all'interno del filmato in quasi tempo reale.
Stefano precisa: "Così il navigatore vede la sua immagine che interagisce in vario modo con alcune inquadrature nel filmato, con un risultato di notevole impatto. In pratica si tratta di un filmato virale di una certa complessità realizzativa che anche tramite l'interazione con Google Street View permette risultati sorprendenti e per di più con una buona qualità finale di visione."

Il workflow
Il flusso di lavoro dal girato, parte di solito da un hard disk.
Stefano sottolinea: "Per scelta abbiamo deciso di non utilizzare uno storage condiviso perché siamo convinti che uno storage dedicato ad ogni suite permetta un transfer rate e una disponibilità di banda molto superiore e per di più il numero delle persone che lavora su questi contributi è ininfluente. Lo storage condiviso -invece- purtroppo spesso risente del numero di client che vi sono collegati e ci si trova talvolta lavorare "a scatti".
Malgrado tutte le postazioni siano collegate in rete ad alta velocità per lo scambio dati, ogni sala dispone di uno storage locale a tutto vantaggio della sicurezza dei dati.
In tutte le macchine è presente un sistema Raid hardware che consente di mettere la sicurezza dei dati al primo posto.
Dopo lo scarico dei dati dall'hard disk in una delle macchine, si procede con il montaggio e un off line, subito seguito dall'approvazione del cliente e si procede con la realizzazione della colonna audio e degli effetti che arricchiscono.
Dopo l'off-line e senza dover spostare materiale si passa all'on-line con After Effects, Nuke o Smoke secondo la tipologia del lavoro.
Stefano fa notare: "Il taglio della nostra clientela è di medio/alto livello e malgrado siamo nati durante la crisi non possiamo lamentarci, forse anche per la filosofia con cui abbiamo impostato il lavoro, snellendo i costi ed alzando la qualità."
Red-Line vanta anche un rapporto di collaborazione continuativa con un'altra società interna, composta da tre persone -Cloro- che si occupa operativamente di post produzione, mentre il Red-Line rimane comunque il supervisor.

Unapost
Fin dall'apertura Red-Line è socia di UNAPOST, l'Unione Nazionale Aziende di Post Produzione. "Questo perché è molto importante relazionarsi con i grandi player di questo settore e riteniamo sia molto importante uniformare gli stili di lavoro ma soprattutto le procedure, e poter interscambiare le informazioni e le competenze tecniche.
L'associazione è già cresciuta parecchio però da parte nostra speriamo che si sviluppi in direzione di una ancora maggiore visibilità e una maggiore integrazione verso i social network, Linked-in, Twitter, Facebook.
Sarebbe poi particolarmente utile potere disporre di un bacino comune di operatori freelance, soprattutto al fine di scoprire nuovi talenti.
Essere parte di Unapost è sicuramente sinonimo di qualità perché per poter essere membro è necessario rispettare determinate caratteristiche, garanzie di qualità.
Per il futuro prevediamo che molta della pubblicità che ora è in onda in TV verrà spostata sui social media o comunque su canali Internet più che i tradizionali, puntando anche sull'interattività e quindi su tablet e smartphone, con progetti ad hoc. Anche il budget verrà ulteriormente spostato e non solo ridotto, secondo noi.
Tra i progetti a breve tempo stiamo stringendo un accordo con alcuni "ragazzi in arrivo dalle grandi post produzioni" che malgrado abbiano acquisito una competenza notevole non riuscivano più essere ripagati per la qualità del loro lavoro. Li ospiteremo qui in Red-Line con l'intento di creare un gruppo, così da poter offrire ai nostri clienti dei lavori in 3D di qualità come si dice... "internazionale" mediante una collaborazione privilegiata con queste persone, ma sempre sotto la ns. supervisione. Inoltre stiamo completamente rivisitando il nostro sito internet, arricchendolo di una piattaforma web 2.0 che consentirà il feedback del cliente direttamente in timeline, strumento pensato per incrementare ulteriormente il ns. grado d'efficienza generale.

www.unapost.it

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967