 PressPool ufficio stampa digitale

“Siamo cresciuti sotto ogni punto di vista, ormai maturi e consolidati”, Gianfilippo Napolitano Movie & Arts

Agosto 2012, di Roberto Landini [articolo in uscita su Millecanali, ed ilsole24ore, tutti i diritti sono riservati]

“Oggi siamo un'unica realtà solo apparentemente “divisa” su quattro sedi. Seguo con costanza la linea che da anni perseguo, anche se alla base del mio lavoro ci sono strade differenti che poi si riuniscono; suddivido molto il lavoro e creo quelli che considero spazi diversi di opportunità, ed è questa la direzione che abbiamo intrapreso.”

Così esordisce Gianfilippo Napolitano CEO, fondatore e unico socio della struttura multi sede, ma dal cuore ben centrato sulla post, ma non solo, Movie & Arts.

“Mi è rimasto sempre il coraggio -prosegue Gianfilippo - e fino a oggi siamo sempre cresciuti in termini di numero di persone, di professionalità, tecnica, dimensioni, fatturato. Non ultima va sottolineata l'apertura recentissima di una quarta sede a Londra, che si affianca a quelle di Milano, Torino e Roma, dedicata soprattutto allo sviluppo software, in seguito all'acquisizione di una società già presente nel mercato inglese da cinque anni e che ha lavorato con diversi player importanti di settore.”

Dopo un primo anno di collaborazione, da circa due mesi si è conclusa la fusione con Movie & Arts. Il reparto development si concentra principalmente sulla ricerca e sviluppo di applicativi legati all'audiovisivo, compreso anche il settore mobile e con collaborazioni su tecnologie particolari. Adesso qui sorge la sede ufficiale londinese che si occupa di progetti ambiziosi tra cui software per touch-screen, multi touch, AR, lungo una nuova strada commerciale, ma sempre legata a diverse espressioni dell'audiovisivo.

La sede romana da parte sua, aperta un anno fa, legata principalmente ai settori graphic design e motion graphics, fornisce un grosso supporto alle agenzie anche a livello corporate e brand identity, layout, etc…

Una fetta interessante del suo sviluppo sia con clienti diretti, sia con agenzie, si occupa della “presenza” in eventi quali stand e convention, partendo dal concept e coinvolgendo tutti i passaggi, dalla scenografia a tutti gli audiovisivi, dal design all’abbigliaggio dell’evento stesso.

Differenziatasi nel tempo

In pratica, dalla “sola” specializzazione nella post produzione iniziale e partendo dalla sede di Milano, M&A si è differenziata parecchio, abbracciando diverse direzioni creative. Un'ondata di novità che ha coinvolto nell’ultimo anno anche il logo aziendale che è stato rinnovato, così come il sito, in parallelo al restyling di tutta la brand identity, investendo anche il payoff.

Gianfilippo specifica: “Volevamo esprimere una realtà più ampia, più matura e completa, in cui il mondo degli eventi ha fatto da collegamento tra l'AV, la motion graphics e il graphic design, coinvolgendo completamente tutto ciò che c'è in video e su carta.”

Il punto di partenza di Movie & Arts rimane sempre e sicuramente la post produzione pubblicitaria perché le tre sedi italiane si sviluppano sulla realizzazione comunque dell'audiovisivo e della post. Milano è la sede cuore della struttura con la possibilità di realizzare dal montaggio offline, al finishing anche in stereoscopia, grading, vfx, 3d ed audio; Torino è sviluppata particolarmente nell’ambito del montaggio e si completa con sala audio, motion graphics e finishing. All'interno della struttura torinese un'area è dedicata a radio DJ, ospitata con una regia radiofonica completa che ha realizzato programmi in diretta con ospiti famosi.

La sede romana prevede nove postazioni di motion graphics e graphic design, uffici producer, sale riunioni, più due sale di editing con montaggio online e offline, più sale di finishing.

Differenze nel comunicare

Gianfilippo Napolitano prosegue: “Oggi sicuramente abbiamo raggiunto una maturità diversa anche nel modo di comunicare e vantiamo il fatto di essere -di fatto- l'unica società italiana con quattro sedi attive, collegate, che funzionano e permettono l'interscambio di materiali così da poter lavorare -mediante link dedicati- in modo integrato e con macchine identiche sulle varie sedi. Questo ci consente, quando necessario, l'interscambio degli operatori e del materiale per poter lavorare sullo stesso progetto da sedi diverse anche contemporaneamente.”

La possibilità di lavorare sullo stesso progetto è un vantaggio evidente ed è capitato più volte anche con quelle agenzie che hanno più sedi e magari una parte di accounting e relativo rapporto con cliente su Roma, mentre la parte produttiva-operativa è concentrata su Milano.

É quindi possibile iniziare un lavoro su un sede e finirlo in un'altra, potendo certo rendere concreto il concetto di “lavoro collaborativo” nell'ottica di fornire un unico riferimento. Movie & Arts propone una realtà -da dieci anni- che alle spalle ha una proprietà unica dove non esiste alcun altro socio se non il fondatore.

Controcorrente, ci si struttura

In un momento in cui “molti” tendono a destrutturarsi e non investire, Movie & Arts fa esattamente il contrario, si struttura ancora meglio, cresce e investe sempre molto su tutti i fronti.

Oggi ci sono 26 dipendenti -nelle varie sedi- oltre ai freelance esterni, un costante aggiornamento tecnologico e continua l'aggiunta di professionalità nuove, considerate fondamentali.

Nell'ultimo anno si è esplorata anche la seconda “parte” del nome con la “declinazione” di “Arts”, fondando un'associazione artistico-culturale denominata “Arte in Voce”, non a scopo di lucro, che trova nella casa madre Movie & Arts lo sponsor tecnico ed economico, ma anche operativo, nella creazione di eventi per l'arte moderna. L'idea che traina è “la migliore comunicazione possibile dell'arte per renderla più accessibile”. Al momento ci sono addirittura sei progetti contemporanei in fieri, che comprendono la ricerca degli sponsor dove non ci siano, poi la divulgazione e la spiegazione del progetto, la creazione del progetto stesso, quindi coinvolgendo scenografi e lo studio del concept. Si ricrea -quindi- una struttura diversa che permetta all'utente di vivere un percorso attivo e non una fruizione passiva, creando un evento a base di arte.

Facilities partner

L'azienda M&A non si configura né mai si è configurata come “service”, anche se per eventuali necessità può certo seguire le esigenze, ma si propone sempre in veste di “artista” e come “facilities partner” con l'idea di essere coinvolti col cliente, che chiama per “pensarla insieme”; questo ha permesso di costruire una storia molto differente da altre strutture che apparentemente fanno un lavoro simile.

“Ogni progetto”, Gianfilippo riprende, “è analizzato, fatto proprio prima di iniziare, e questo ci ha permesso di avanzare dovunque, nella post, negli effetti, nel full 3D, negli eventi, nel graphic design, e oggi anche nello sviluppo dei contenuti software.

Quindi possiamo parlare di una completa interdisciplinarità nel nostro modo di vedere le cose.

Il lato artistico per noi è molto divertente e non a caso, di recente, abbiamo realizzato un lavoro molto bello in 3D e retro-proiezione con stereoscopia vera, partendo dal montaggio offline fino al 3D, con la simulazione, basandoci su Pablo di Quantel per tutta la parte di conforming e grading. Così abbiamo creato una contrapposizione tra arte reale e opera d'arte virtuale in stereo e portato in Italia per la prima volta la stereoscopia nel mondo dell'arte, con un investimento produttivo e una messa in opera notevole di ben quattro giorni.”

“La tecnologia non è fine a se stessa ma per noi è mezzo di comunicazione”

La sede principale, quella di Milano, prevede tre sale di editing con Avid e Apple Final Cut e una sala dotata di sistema Avid con opzione per la Stereoscopia passiva sia offline sia online; per il finishing è prevista una sala attrezzata con Quantel Pablo 2K, Neo Panel e opzione stereoscopica, un eQ con Qcolor HD, e poi Smoke HD e due DS Nitris.

Per la parte 3D Movie & Arts Milano dispone di sei stazioni con Maya e Softimage con renderfarm interna e Shake per il compositing 3D e la struttura si completa con una sala audio basata su ProTools, due postazioni di motion graphics, più il reparto producer e sala riunioni e bar.

La sede di Torino prevede due sale di montaggio con Avid e Final Cut non compresso in HD, un sistema DS Nitris, un Symphony Nitris, l'utilizzo di Color con Wave per il grading, una postazione di motion graphics e ProTools HD, più il reparto producer, sala riunioni e bar.

Su Roma sono previste nove postazioni che operano per il graphic design e motion graphics col pacchetto Adobe completo, Xpress per la stampa, poi due postazioni edit con Avid e Final Cut in HD, e Pablo PA per la parte di finishing, più il reparto producer, sala riunioni e bar. L'audio su Roma non è interno alla struttura ma in partnership storica con una struttura esterna, in outsourcing.

Londra come detto è “puro development” e ricerca e sviluppo software, dedicati interamente alla creazione dei Tool più moderni.

Unapost perché

Movie & Arts è associata a Unapost perché, come dice Napolitano “E' una logica che condividiamo fin dall'inizio, di mettere assieme delle strutture di alto livello qualitativo che possano determinare un certo livello di produzione, di lavoro e i rapporti col cliente. É certo un meccanismo importante, utile a far capire al nostro mercato in crisi che le post produzioni sono delle vere aziende e in questo panorama siamo comunque gli anelli della catena che investono per poter crescere, che devono sempre proporre le persone giuste, che devono avere le macchine adatte e quindi non certo uno strumento da “sfruttare” ma uno strumento molto forte da utilizzare a vantaggio della pubblicità e di tutti.”

Come può crescere ancora Unapost

“Ci sono ancora molti obiettivi da raggiungere, ma siamo molto attivi perché crediamo nel rapporto tra diverse strutture complementari e soprattutto nel rapporto tra imprenditori che pensano e hanno una idea ed un fine comune. Ci interessa far capire ai clienti il ruolo delle società di postproduzione nel flusso di lavoro pubblicitario con serietà e concretezza con l’obiettivo di avere il posto che ci spetta in tutto il meccanismo commerciale e produttivo. Diventare un po’ più anglosassoni con un sistema di riconoscimento diretto dal cliente saltando passaggi spesso inutili nonché dannosi per il cliente stesso. Unapost è una voce forte di 30 imprenditori che si siedono attorno a un tavolo e che vogliono far capire che tutti gli investimenti fatti ogni giorno devono essere ben rispettati da tutti, così come la logica del mestiere: tutto è teso a superare un meccanismo, a volte, volutamente complicato, frutto di un ambiente a tratti malato, ma che credo e spero si possa ancora guarire!”

Sede di Milano

piazza Sicilia 7,

20146 Milano

Tel +39 02 89058099

info@movieandarts.it

© Unapost-PressPool.it

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967