 PressPool ufficio stampa digitale

Champions League del Basket

All'interno della Champions League del Basket, internazionale, realizzata dalla Fiba.com, la squadra di Basket del Sassari, la Dinamo, ha giocato contro la AS Monaco nel palazzetto di Sassari, lo scorso 22 Marzo.

Per eventi di questo tipo il service incaricato, Euroscena di solito impiega alternativamente due unità di ripresa mobile, la OBVan 20 HD e la OBVan 22HD denominate in base al numero di telecamere che impiegano.
La scelta di quale unità impiegare spesso dipende dalla viabilità e di solito si realizzano sopralluoghi prima dell'evento, dato che spesso si è costretti ad operare nei centri storici o comunque dove la viabilità non è ideale.
L'unità 22 è un bilico che spesso viene impiegato nella Champions League di calcio per la potenza nelle riprese, mentre in questo caso per problemi di viabilità ma soprattutto di adeguatezza all richieste dell'evento si è scelta l'unità 20.
Le telecamere in gioco, tutte Grass Valley, sono quindi un massimo di 20 e i vari veicoli sono sempre speculari così i tecnici si trovano ad operare indifferentemente su qualsiasi unità, senza tempi di adattamento.
Nel basket sono state posizionate nove telecamere, piazzate secondo capitolato: la 1 e la 2 sono le "main camera" e sono collocate in tribuna; la telecamera 1 riprende il gioco con un campo più largo, mentre la 2 si occupa delle riprese del gioco con una inquadratura più stretta che tende a favorire i dettagli.
Si è preferito utilizzare cavalletti di ripresa piuttosto che trabattelli, per avere una stabilità ancora maggiore nelle immagini e più in generale nella sicurezza.
Poi tre telecamere mobili sono operate a spalla, una si occupa di riprendere dal centrocampo, a metà del campo di gioco, e due sono poste ciascuna appena sotto i canestri.
Manuel Lombardini, responsabile tecnico di Euroscena ci racconta: "Le telecamere a spalla sono molto impiegate nel basket per dare più immediatezza alle immagini ma anche perché in molte situazioni le scalinate del pubblico arrivano molto vicine al campo stesso e quindi i problemi di spazio sono frequenti."
"Comunque la scelta è sempre di tipo artistica ed è sempre il regista che predilige le riprese a spalla perché l'azione nel basket è molto veloce.
In qualsiasi altro modo si rischierebbe di perdere momenti importanti del gioco, l'immediatezza è tutto, la velocità di reazione è determinante.
Inoltre una telecamera sotto canestro difficilmente potrebbe essere orientata così velocemente in tilt verticale con la velocità necessaria se posizionata su una testa fluida di un cavalletto."
La telecamera 6 è chiamata "beauty" che restituisce immagini in campo totale.
La 7 è una telecamera che inquadra principalmente il tabellone dei secondi che nel basket è molto importante, così come quello del punteggio, per le azioni che non devono essere superiori ai 20" che determinano un fallo.
Un timer grafico in locale si occupa di questo ma nel caso di un crash della grafica questa telecamera e le informazioni che fornisce divengono molto importanti.
Non a caso viene inserita sul program come se fosse una grafica di chiave in caso di crash del computer grafico.
Altre due telecamere, Netcam sono installate proprio dietro ai tabelloni, dietro i canestri, remotate, e sono le medesime che sono utilizzate nel retro porta del calcio.
Tutte le telecamere generano segnali video che vengono trasportati via triax a parte queste ultime due i cui segnali viaggiano via fibra fino al mezzo mobile.
Il camion regia mette a disposizione slow motion e server EVS 12 canali divisi in 8 in e 4 out, tutte le camere vengono registrate in modalità continua e vengono registrate anche i segnali delle telecamere complete di grafica perché la Federazione Basket FIBA vuole la copia del program completo ma anche le riprese della telecamera 1 con la grafica inserita.
Viene realizzato un unico feed di main e backup con segnale internazionale.
Una macchina di EVS, XFile, si interfaccia via rete agli EVS, permette di realizzare delle transcodifiche le registrazioni dei flussi dati e restituirle su chiavette USB i segnali con il program in qualità H264 a fine partita.
Sempre nel basket oltre alle chiavette USB vengono consegnati a fine partita anche alcuni hard disc a stato solido con registrazioni su file MXF.
La grafica del basket è realizzata in locale da un service inglese.

 

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967