 PressPool ufficio stampa digitale

Vari progetti Internet centrici

Datasport,“lo sport italiano in diretta” con multimedia e multi piattaforma

Intervista a sergio chiesa di Datasport (articolo in uscita su Millecanali ed ilsole24ore, tutti i diritti sono riservati)

Con il dono della sintesi, potremmo affermare che Datasport è un “laboratorio di contenuti multimediali e crossmediali” che fa capo alla COCOPELLI srl. Si tratta di un'azienda con sede in pieno centro a Milano, nata di fatto nel 2009 come ramo di un'altra struttura madre, chiamata “Sergio Chiesa Srl”.

I due settori fondamentali di attività sono lo sport e lo spettacolo, sebbene siano due strutture parallele ma ben separate: la sezione che si occupa di sport va sotto al marchio di Datasport, mentre tutte le manifestazioni che hanno a che fare più in generale con lo “spettacolo” sono raccolte e gestite dalla “LoSpettacolo Srl”.

In entrambi i settori la fisionomia è simile, ossia si opera creando un notiziario per ciascuna area, un quotidiano, tipo bollettino Ansa, viene gestito un sito internet dedicato, vale a dire www.datasport.it e www.lospettacolo.it e un service editoriale, cioè vengono creati -da un lato- dei “semi-lavorati” - e dall'altro- dei “prodotti finiti” per alcuni nomi ben noti dell'industria editoriale italiana.

Se -guardando la quasi uniformità dei contenuti dei vari telegiornali in onda in tv - avete avuto anche voi l'impressione che dipendano esclusivamente dalle stesse notizie d'agenzia, è perché molto probabilmente ...è così. E lo stesso avviene nello sport dove -a esempio- organismi come Datasport forniscono la gran parte dei feed che vanno ad alimentare e quindi sono indispensabili in molte strutture editoriali molto note.

Grande evoluzione delle agenzie di creazione contenuti sportivi

Visto che internet e i relativi siti non sono ancora sufficientemente redditizi dal punto di vista economico, Datasport ha iniziato a creare contenuti cross-mediali anche per terzi: si va da contenuti cartacei a quelli per i televideo, al “mobile” su diverse piattaforme e dal quotidiano ai periodici, senza trascurare, anzi, gli iDevice di Apple e i sistemi multi marca Android.

In pratica, da un iniziale “multimedia” si è passati in pochi anni al “multi piattaforma” partendo dallo stesso contenuto, lo sport (e lo spettacolo).

Sergio Chiesa commenta: “Per lo sport vero e proprio il service viene dopo la parte di servizio, ossia risultati, classifiche, agenda, fotografie e quant'altro a cui abbiniamo lo sport in tv che va per la maggiore; al service editoriale, quando viene richiesta, affianchiamo la titolazione delle foto, la creazione dalle didascalie, e anche informazioni anche più approfondite, sempre su richiesta, fino agli approfondimenti particolari per eventi e argomenti clou, compresa archiviazione, e catalogazione.”

La redazione è a milano, molto basata su internet nelle mansioni quotidiane, e viene fatto ampio uso di widget che sono applicati anche ad altri siti internet: si trovano spesso pubblicazioni di materiali Datasport su blog e altri siti che portano una maggiore visualizzazione delle pagine del sito principale.

Con gli approfondimenti vengono seguiti i day-by-day dello sport italiano: l'idea di fondo è che Datasport è concentrata su “lo sport italiano in diretta”, come recita il payoff, con netta prevalenza del calcio che arriva a coprire l'80%, poi tutto il resto in cascata, con “motori” e altro al 20% o poco meno. Non mancano la presenza a conferenze stampa, filmati e interviste ad hoc (per esempio sulle olimpiadi molto lavoro è in fieri).

Il tipico esempio di cliente di Datasport è RAI Sport. Mentre scriviamo, Datasport sta proprio partecipando a un bando di concorso RAI per fornire tutti i risultati, le classifiche, e le schede dei giocatori ai vari canali RAI.

Infatti sulla scia della recente decisione di smettere di comprare dati e informazioni della Serie A da molti fornitori diversi, il broadcaster statale ha emesso un bando per scegliere un unico fornitore, o quanto meno ridurne il numero.

L'azienda madre citata prima, la Sergio Chiesa Srl aveva fornito per 25 anni il servizio del televideo alla RAI, quindi con una funzione quasi di agenzia stampa; mentre in anni più recenti questa attività era stata sezionata suddividendo la richiesta su diversi fornitori.

In pratica per 25 anni era stata offerta in tempo reale la cronaca quotidiana di quello che accadeva nelle varie squadre di calcio, di tutte le partite di calcio, del basket, della pallavolo. Poi improvvisamente si è ridotto questo grande apporto del televideo, mentre da due anni a questa parte Datasport è tornata a coprire tutto quello che è lo sport regionale e minore su tutti i televideo regionali RAI.

Il lavoro di Datasport - ossia prima di tutto il notiziario- circola parecchio in quanto riempie parecchie testate assai note, da “il sole24ore”, allo Sport su Mediaset.

I tempi cambiano

Gli ultimi anni hanno testimoniato un rapido cambiamento delle agenzie di informazione e Datasport in testa, complice soprattutto Internet che malgrado ormai possa vantare 12 anni di lavoro, ancora non costituisce una seria fonte di guadagno.

Sergio Chiesa conferma: “Stiamo cercando di mutare pelle ancora e creare un'agenzia che invece della gestione dei contenuti come semilavorato per un editore e di “service” per le aziende editoriali in genere, possa mantenere il proprio profilo ma svolgere queste funzioni direttamente per l'utente finale.

In pratica, l'idea di fondo è cercare di far confluire tutte le esperienze che abbiamo fatto fin qui direttamente sull'utente finale che oggi ha bisogno di newsletter, deve essere “coccolato”, gli si fornisce persino il biglietto per l'evento; e, non ultimo, con questo riusciamo a creare un profilo molto concerto del “consumo” che le grandi aziende, ad oggi, non riescono a fare.”

In effetti, Internet è ancora il territorio più adatto per la sperimentazione; Chiesa prosegue: “Stiamo ragionando su un progetto che parte da Milano e le città d'italia, costruito sull'incrocio tra le community a livello italiano, ma anche quelle locali, coinvolgendo i club sportivi, tutto gestito dalla nostra redazione, e non ultimo, cercando di coinvolgere le istituzioni che devono fornire le informazioni.”

Un altro cliente importante di Datasport è Bergamo Tv per cui vengono creati tutti i sottopancia delle trasmissioni calcistiche utilizzando le varie informazioni che arrivano dai campi e dell'Atalanta in particolare. Viene descritto un po' tutto quello che succede soprattutto sugli altri campi, visto che l'Atalanta già è davvero seguita. Sempre per Bergamo TV vengono creati tutti i contenuti per il televideo.

A Brescia sta anche nascendo un progetto multi piattaforma che si basa su internet, una iniziativa che si candida come cross mediale in quanto arriva alla tv ma coinvolge anche radio e carta stampata.

Sergio Chiesa conclude la nostra chiacchierata con una nota che testimonia lo status di Internet ad oggi: “Possiamo vantare cinquecentomila (!) utenti unici al mese, ma ancora dobbiamo trovare come creare un ritorno economico serio dal web... basterebbe un euro per ogni utente per premiare la nostra capacità di produrre contenuti con un'autorevolezza che esiste ed è un dato di fatto. Lo testimonia anche la volontà di un noto editore australiano che stava valutando di acquistare in toto Datasport già nel 2008...”

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967