 PressPool ufficio stampa digitale

MAM previsioni 2020, il potere dei dati: intelligence di VSN

Il futuro della tecnologia e dei processi nel settore della radiodiffusione e dei media si sta muovendo verso una fase di maturità che, secondo un nuovo quadro sviluppato dall'associazione internazionale IABM, potrebbe essere sintetizzata con tre aspetti unici: Intelligenza, Efficienza / Agilità e Affidabilità.

 

Precisamente, questi sarebbero gli obiettivi essenziali che ogni azienda dovrebbe incorporare nella sua gestione dei media, in modo che il settore possa continuare ad evolversi e rimanere competitivo nei prossimi anni.

Quali implicazioni avranno questi termini nel futuro del settore Broadcast e Media? Quali sono le principali sfide che le aziende devono affrontare?

In questo primo articolo della serie "Sfide per la gestione dei media per il 2020" analizziamo il potere dell'intelligence.

 

Il potere dei dati nel futuro della gestione dei media.

L'IABM ha recentemente pubblicato un nuovo rapporto chiamato "Adapt for Change" in cui ha raccolto le principali sfide che le tecnologie e i processi di prossima generazione dovranno affrontare nel settore delle trasmissioni e dei media.

Più specificamente, questo nuovo framework ha identificato tre principali obiettivi futuri o segni di maturità del mercato che tutte le aziende dovrebbero raggiungere, al fine di gestire i loro contenuti e flussi di lavoro in modo più efficace.

Il primo di questi obiettivi è la cosiddetta "Intelligence", ovvero la capacità di utilizzare sempre più dati e informazioni non solo per definire la nostra strategia aziendale, ma anche per supportare e guidare tutte le operazioni multimediali della nostra azienda, in modo che possiamo rimanere competitivi.

Quali considerazioni dovremmo prendere in considerazione per fare un uso "intelligente" dei nostri media e flussi di lavoro? Quali tecnologie potrebbero aiutare le aziende e le organizzazioni ad accettare questo cambiamento?

Allineati con questo framework, analizziamo tre dimensioni che potrebbero facilitare il passaggio a modi di lavorare nuovi, più agili ed efficienti, sempre guidati dalla potenza dei dati.

 

Raccolta dei dati come primo punto critico.

Ogni sistema di gestione dei contenuti e dei media (ciò che comunemente conosciamo come sistema di gestione delle risorse multimediali o MAM) è prezioso almeno quanto le informazioni e, quanto i metadati che raccoglie e analizza.

È inutile disporre di un sistema o servizio che ci fornisca innumerevoli informazioni sui nostri file multimediali se non siamo in grado di configurarli e adattarli per gestire e presentare correttamente tutti questi dati associati.

La raccolta e la presentazione dei dati, indipendentemente dal fatto che provengano da un fornitore di tecnologia o da più fonti esterne e sistemi di terze parti, è un primo passo che ogni sistema di gestione dei media deve rispettare per evitare qualsiasi perdita di informazioni o un accesso estremamente complesso ai dati, il che rende praticamente impossibile l'analisi.

Le nuove tecnologie come i servizi di intelligenza artificiale dipendono, appunto, da questo punto, in modo che l'investimento in esse sia utile e redditizio.

Solo quei sistemi MAM in grado di filtrare tutti i dati "disorganizzati" e le informazioni raccolti dai motori di Intelligenza Artificiale, in grado di integrare e armonizzare logicamente diverse fonti di informazioni e modelli di dati, saranno davvero utili per trarre vantaggio dalle informazioni.

 

L'arte della presentazione

Un altro aspetto cruciale per passare a una gestione dei media più efficiente e agile è la capacità di analizzare tutte queste informazioni.

Senza dubbio, un elemento chiave è affidarsi agli strumenti di Business Intelligence che facilitano il lavoro e ci consentono di trasferire tutte le informazioni ottenute in dashboard completi e report personalizzati.

Altri strumenti di monitoraggio in tempo reale potrebbero anche essere considerati cruciali qui, al fine di tenere traccia di tutti i processi e le attività che si svolgono in azienda.

Alla fine, è innegabile che per l'analisi di grandi volumi di dati è fondamentale non solo raccogliere correttamente le informazioni, ma anche avere accesso agli strumenti che ci consentono di presentarle in modo comprensibile - molto meglio se possono essere adattato ai nostri requisiti analitici specifici.

Solo in questo modo saremo in grado di comprendere le informazioni e passare al passaggio successivo.

 

Analisi e previsione prendono il controllo.

Nonostante sia sempre difficile prevedere variabili sconosciute, le informazioni dovrebbero supportare le nostre conclusioni e le future strategie aziendali.

Qualcosa che, sfortunatamente, non è ancora fortemente sviluppato nel settore delle trasmissioni e dei media, secondo lo IABM.

L'analisi di tutti i dati raccolti e presentati in report facili e accessibili dovrebbe consentirci di prevenire errori futuri ed evitare colli di bottiglia nei nostri flussi di lavoro.

È utile anche per prevedere i rischi potenziali e sfruttare al meglio quelle risorse o contenuti che sono più redditizi.

A questo punto, ancora una volta, tecnologie come l'intelligenza artificiale e l'apprendimento automatico hanno aperto una gamma completamente nuova di possibilità, grazie al loro grande potenziale per l'automazione dei processi e il raggruppamento dei dati.

 

Se prestiamo attenzione, ad esempio, al consumo di contenuti (ciò che il pubblico sta consumando, quando e come), la corretta analisi di questi dati, basata su strumenti di previsione AI, può aiutarci ad anticipare il consumo futuro di media e pianificare meglio in anticipo le nostre risorse disponibili per la produzione di contenuti o la pianificazione della programmazione.

Inoltre, per quanto riguarda la pura produzione, è possibile suggerire risorse e sequenze specifiche durante la modifica dei nostri video, in base al contenuto che ha funzionato meglio per la nostra azienda o canale in passato.

Tuttavia, la mancanza di pianificazione e analisi di solito limita il potenziale di queste tecnologie, ignorando molte delle applicazioni reali che possono offrirci.

Questo è il motivo per cui ci sono ancora molte aziende che investono in questo tipo di innovazioni senza avere un'idea molto chiara di quali vantaggi possano realmente apportare alle loro operazioni quotidiane.

Troppi dati e informazioni sono di scarsa utilità se non possono essere analizzati con un sistema come un MAM o se non sai cosa farne.

Alla fine, ciò che conta davvero è innanzitutto avere un software pronto a raccogliere e analizzare tutte le informazioni estratte dalle nostre operazioni quotidiane e, in secondo luogo, essere chiari sugli indicatori chiave di prestazione che dobbiamo monitorare e studiare per prendere decisioni migliori.

 

Affrontare nuove sfide con un potente MAM.

Consapevoli delle future esigenze di gestione dei media, in VSN ci impegniamo a continuare a sviluppare il nostro sistema MAM VSNExplorer per adattarci alle nuove realtà che i professionisti di solito affrontano in questo settore.

Aspetti come la capacità di raccogliere, presentare e analizzare grandi volumi di dati, estratti da una o più soluzioni di vendor, sono già una realtà nel nostro sistema grazie al modulo VSNExplorer BI per Business Intelligence e ai servizi di Intelligenza Artificiale integrati nel piattaforma.

###

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

  PressPool p.iva 03912510967