 PressPool ufficio stampa digitale

Piemonte Share Festival alsettimo anno

27 OTTOBRE 2011 - ORE 18, 30 INGRESSO LIBERO
CAMERA DI COMMERCIO DI TORINO, VIA SAN FRANCESCO DA PAOLA 24
SUGURU GOTO presenta CYMATICS
per il WARM UP del PIEMONTE SHARE FESTIVAL
L’INSTALLAZIONE SARÀ VISITABILE GRATUITAMENTE FINO AL 6 NOVEMBRE DALLE 17 ALLE 19,30.
SABATO 5 NOVEMBRE CON ORARIO SPECIALE DALLE 17 ALLE 24
Dal 2 al 13 novembre ritorna per il settimo anno il Piemonte Share Festival, il più importante festival italiano dedicato al digitale come sempre diretto da Simona Lodi e Chiara Garibaldi, che quest’anno sarà dedicato al tema Cops & Robbers una dialettica tra legalità e illegalità nelle pratiche contemporanee, tra furto e dono, tra la proprietà intellettuale e la condivisione. L’idea di approfondire il sottile confine di demarcazione tra l’essere Guardie o Ladri nell’epoca digitale definisce ancora una volta l’approccio dissacrante e provocatorio del festival e la sua influenza in campo artistico e culturale.

Ma già a partire da giovedì 27 ottobre, un importante appuntamento permetterà di entrare nella dinamica dello Share Festival. Alle 18.30 presso la Camera di Commercio di Torino l’artista giapponese Suguru Goto presenta il progetto Cymatics. L’installazione rimarrà allestita anche nel corso del Piemonte Share Festival e sarà quindi visitabile gratuitamente fino al 6 novembre.

Cymatics è una scultura cinetica e un’installazione sonora che racconta la visione dell’artista della natura e della necessità di armonizzarsi in un contesto tecnologico. Suguru è un compositore, musicista e artista multimediale considerato tra i più innovativi portavoci della nuova generazione di artisti giapponesi. Con questo progetto ha saputo creare ambienti reali, ma metafisici e spirituali allo stesso tempo, luoghi che traducono in una visione filosofica l’arte come un ponte tra scienza e religione, tra realtà materiali e spirituali, tra tecnologia e natura, tra umanesimo e scienza. Materiali come acqua, ferro fluido, colla e polvere sono messi in atto per creare ambienti dove le onde sonore trasformano i materiali stessi in forme. L’artista ha immaginato un percorso che esprime una forte sensibilità verso i problemi di disarmonie ambientali, presentando una visione che ha radici nella filosofia giapponese dove elementi che rappresentano la natura e la tecnologia non sono poste in contrapposizione ma tendono a coesistere in reciproca armonia. Le sue opere sono state presentate in importanti festival. Nel 1998, è stato invitato ad esibirsi al Sonar di Barcellona, nel 2003 ha suonato al Centro Pompidou, a Parigi e il suo progetto “RoboticMusic” è stato presentato alla 53a Biennale di Venezia nel 2009.

Vincitore della scorsa edizione del premio Action Sharing - il concorso indetto da The Sharing, con la direzione di Simona Lodi e Chiara Garibaldi e il supporto della Camera di commercio di Torino - che ha lo scopo di produrre progetti artistici capaci di far dialogare arte, scienza e tecnologia, Suguru Goto è riuscito ad interpretare le tematiche che hanno maggiormente interessato la piattaforma Action Sharing fin dal suo lancio. Come dichiara Guido Bolatto, Segretario Generale della Camera di commercio di Torino: “Action Sharing ha voluto premiare il progetto che ha saputo meglio valorizzare la sintesi tra le capacità artistiche e tecnologiche del territorio proponendo un’occasione di dialogo tra l’arte contemporanea e l’innovazione dell’industria meccatronica torinese.“ Simona Lodi e Chiara Garibaldi hanno condiviso la scelta della giuria dichiarando che “Suguru è l’artista giusto in questo processo di ricerca e produzione, perché ha immaginato un percorso che esprime una forte sensibilità ai problemi di disarmonie ambientali, presentando una visione che ha radici nella filosofia giapponese dove elementi che rappresentano la natura e la tecnologia non sono poste in contrapposizione ma tendono a coesistere in reciproca armonia.”
Action Sharing è una piattaforma creata nel 2007 dal ramo produttivo di Piemonte Share dove artisti, ingegneri, informatici e aziende del territorio – che si occupano di robotica – si possono incontrare per sviluppare dei progetti di ricerca sul filo conduttore dell’ arte e dell’innovazione. E così gli artisti che normalmente sono sui palchi, nei musei o nelle gallerie d’arte, hanno trovato nuovi luoghi di progettazione all’interno dei centri di ricerca delle aziende e dell’università, fianco a fianco ingegneri e informatici per costruire un per­corso innovativo del tutto diverso dai percorsi tradizionali.

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967