 PressPool ufficio stampa digitale

Nuovi percorsi di produzione: IP per Sky Sports

 

Sky Sports sta testando ormai dal 2012 la produzione televisiva basata sulla tecnologia IP. Prima con alcuni test limitati protratti nel tempo e poi, di recente, sono passati alla produzione a distanza di eventi multi giornate e campionati interi. L'esperienza sul campo è stata determinante, data la complessità sempre crescente che ha permesso di imparare molto.
James Clement, Head of Operations di Sky Sports UK, in occasione del recente seminario "Avventure nella produzione IP - massimizzare il valore attraverso l'innovazione" ha dichiarato che: "Si tratta di procedure rischiose perché tutti abbiamo bisogno di spendere in modo efficiente, ma l'attuale flusso di lavoro su IP funziona davvero.


Nella produzione dello sport stiamo cercando di garantire che ogni centesimo che spendiamo fornisca il massimo impatto e valore ai nostri telespettatori, e questo significa che abbiamo dovuto fare delle scelte".
L'idea di fondo è chiedersi per ogni singolo evento se è possibile realizzarlo in modo diverso. Se si possono realizzare risparmi per re-investire in programmazione e migliorare l'esperienza dello spettatore.
Gran parte di questo processo coinvolge le squadre di produzione e quindi il flusso di lavoro.
Ovvio che non si possono fare in produzione remota di due eventi in contemporanea se il team di produzione è già impegnato in un luogo.
Ma la produzione effettuata da remoto via rete deve essere impercettibile per lo spettatore così da creare un valore maggiore per la produzione stessa.

Test sul campo
Negli ultimi tre anni Sky ha testato alcune innovazioni nel lavoro su IP della Formula Uno. In questi casi si spostano via aerea tonnellate di merci in tutto il mondo, e quindi trovare modi per rendere tutto più efficace diventa una necessità impellente.
Mike Ruddell, a capo della tecnologia di Sky Sport, ritiene che l'IP sia solo l'ultimo ritrovato, ma riconosce che può offrire al team di produzione qualcosa di più e, in ultima analisi, una migliore esperienza per gli spettatori.
Uno spettacolo che ha avuto benefici dalle lavorazioni IP è stato il Monday Night Football di Sky Sport, che ha set e grafica virtuali, con schermi tattili per l'analisi. E' stato uno dei banchi di prova fondamentali per le lavorazioni IP, tra cui il voice-over-IP per le comunicazioni e il video-over-IP.
Per il Talkback, l'impiego di codec VoIP ha permesso di utilizzare circuiti di dati IP "grezzi", che sono molto più economici rispetto all'ISDN e ottenere una qualità audio di gran lunga superiore, e quindi un'esperienza migliore.
Si è anche utilizzando il video-over-IP per i feed di tipo ISO, alcuni dei quali sono utilizzati per gli edit in studio al primo tempo; ma anche tre stream in HD dal vivo che sono cuciti assieme in studio per restituire una visione super ampia dello stadio in diretta sullo schermo gigante dietro ai presentatori.
Il risparmio nella codifica immediata del video e l'utilizzo di circuiti IP a basso costo, invece di usare la tipica codifica telco standard, ha ripagato in fretta i costi per l'acquisto dei codec IP.

La trasmissione Sky Sports Soccer Saturday copre partite di cui Sky non dispone dei diritti dal vivo, e quindi dipende in modo totale dalla connettività. Sono circa 30 i giornalisti impegnati e sparpagliati sul territorio. Con l'avvento dei sistemi satellitari leggeri e dei collegamenti cellulari, Sky può ora distribuire il video e l'audio su IP degli stessi giornalisti che prima si consideravano fortunati a poter usare un buon feed audio.
Sono anche stati utilizzati dei feed ISO su IP da telecamera per dare immagini delle reazioni della folla nelle partite, che sono proiettate sul background in studio.

E il Tennis
Sky produce circa una dozzina di tornei di tennis all'anno dai propri studi e due volte l'anno porta la squadra sul campo, fuori dalla cosiddetta "zona di comfort", fuori anche dai propri tipici flussi di lavoro.
Il direttore tecnico di Sky Sport Gordon Roxburgh ha anche pubblicamente sottolineato come la sfida fosse quella di replicare anche all'esterno per la squadra di produzione alcune tipiche procedure interne.
La prima volta è stata agli US Open di Tennis 2014, dove è installata una grande linea dati dall'OB di produzione fino al centro di produzione Sky, che potesse restituire più circuiti di visione, tutte le comunicazioni VoIP, e anche la possibilità di spostare media in entrambe le direzioni, utilizzando tecniche di accelerazione di file WAN.
Roxburgh ha anche accolto questa chance come opportunità di sottoporsi a una prova concettuale di impiego di Snell, e il software Alchemist OD, ossia creare edit in Sky a 50i e farli arrivare negli Stati Uniti a 59.94i senza alcun lavoro supplementare.
Il passo successivo, alle finali ATP world tour finals di Londra, è stato quello di fare tutte le modifiche di edit in sede e non in loco. La domanda di Roxburgh era "Perché creare un costoso flusso di lavoro di edit in loco in esterno e non impiegare invece tutte le tipiche strutture esistenti in Sky?".
Nel 2015, Sky lasciava in patria l'intero team di produzione per gli US Open. "Ci siamo sentiti di poter fare una produzione remota completa per tutti i 15 giorni," (con un massimo di 12 ore in trasmissione al giorno) impiegando cinque telecamere in diretta dagli Stati Uniti e riportando i 12 feed televisivi dell'host broadcaster. "Questo flusso di lavoro ha mantenuto la maggior parte del team di produzione nel proprio ambiente, dove realizzano tennis settimana dopo settimana per Sky.
E ha anche permesso un uso migliore delle risorse in esterne, di mettere telecamere in più a fianco del campo per i giornalisti, e usare lo Sky Pad, lo schermo tattile ad alta luminosità già utilizzato per la F1, così che i giocatori potessero spiegare il loro gioco.
Sky ha usato una codifica NTT H.264 a bassa latenza con otto feed dai campi, una dorsale con quattro feed (compresa la produzione in studio per i presentatori su un link RF - in modo da poter vedere se stessi in onda con meno di mezzo secondo di ritardo).

Il talkback
Il punto più complesso dell'impianto è stato il sistema di comunicazione e talkback. Infatti è molto facile mettere delle telecamere su un circuito IP e portare i segnali in entrambe le direzioni.
Così sono stati impiegati dieci circuiti di comunicazione a quattro fili e circa otto IFB (feed per auricolari) per i presentatori, per la gestione dei collegamenti di tutti i principali sistemi di talkback. E' stato anche impiegato il sistema di accelerazione di trasferimento dei file per inviare le clip dalla regia allo Sky Pad.
E' stato un "grande successo", base per il successivo evento ATP, che ha permesso al personale esterno OB di navigare nel sistema di media asset management nella sede di Sky, per accedere direttamente a qualsiasi clip.
Ha anche permesso la connettività per l'editing e per le applicazioni di social media. In pratica il team di produzione ha lavorato in esterno con un vero flusso di lavoro e tutte le risorse come se fossero in regia all'interno di Sky.

Il calcio
Sempre lo scorso anno Sky ha effettuato altri test in maggio per produrre una partita di calcio under 21 da Manchester coi i flussi video di ciascuna telecamera in ritorno a Osterlay (sede Sky) su più flussi IP.
"La copertura creata era, in sostanza, la stessa di quella che usciva dal camion sul posto," ha confermato Jonathan Craggs, Supervisore Senior alla Tecnica, per i servizi di produzione di Sky.
Nel corso di un secondo test sono anche state prese le tre fasi hi-motion dalla camera super-slomo e trasportate su tre flussi IP separati, per vedere come un server remoto, al quartier generale, avrebbe gestito il trasporto. L'utilizzo dell'IP ha anche dato loro un percorso di ritorno a bassa latenza molto più veloce rispetto ai feed unilaterali.

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967