 PressPool ufficio stampa digitale

Virtualizzazione, un Modello Open Identity e Servizi Web

IBC News: nuove architetture e migliorie su sQ semplificano, ampliano e potenziano il workflow di tipo file-based

Sempre ad IBC Quantel ha dimostrato tre estensioni sull'architettura basata su server sQ:la Virtualizzazione, un Modello Open Identity e Servizi Web. Lavorando sul workflow di alta classe a livello video e file-based tipico dell'architettura di sQ, le estensioni ora permettono nuove opportunità lavorative: una scelta ancora maggiore per i clienti e una drammatica semplificazione dell'integrazione e della gestione dell'operatività file-based.

 

Le nuove possibilità dei sistemi Quantel consentono a clienti e terze parti di creare un flusso di lavoro cooperativo impiegando moderne tecnologie IT e standard.

 

Non si tratta poi di prodotti futuribili ma perfettamente attuali e disponibili che oggi consentono a Final Cut Pro di offrire un vero workflow broadcast in partner coi sistemi sQ e anche in configurazione per il lavoro da remoto. E questo è solo l'inizio; in futuro questi mattoncini permetteranno molti ulteriori sviluppi da parte di Quantel e di terze parti data la loro capacità senza rivali di semplificare ed estendere il workflow di tipo file based.

 

Virtualizzazione

L'operatività file based è impegnata nella creazione, la movimentazione e la gestione dei file.

I file vengono creati ed esistono nella memoria o su disco e hanno un indirizzo – un nome file o URL – che punta alla effettiva posizione dei dati. Tali dati e l'indirizzo costituiscono l'essenza dei file; l'uno senza l'altro sono del tutto inutili. Nel mondo reale la semplicità di questo approccio diventa subito molto complessa. Per esempio immaginiamo contenuti in HD che diventano necessari anche in SD per broadcast e in formato Flash per il web. Ora divengono necessari due nuovi file che sono da creare, ci vuole del tempo e alla fine avremo tre file da immagazzinare e gestire. Se si passa alla trasmissione in HD avremo di nuovo da rifare tutto. Questo esempio reale spiega come nell'operatività file-based si abbia sempre da lottare contro problemi di latenza e di gestione.

 

La Virtualizzazione risolve tali problematiche alla fonte – interrompe il legame tra i dati e l'indirizzo del file. Indirizzi di file possono riferirsi a file che non hanno dati – cioè a file virtuali. Quando accediamo al file i dati vengono creati come e quando necessario. Dato che ciò avviene al volo i dati stessi possono essere manipolati come parte del processo di creazione, così un filmato in HD può essere utilizzato in SD e/o in Flash senza dover creare fisicamente nuovi materiali in SD o in Flash.

 

La Virtualizzazione consente a sQ server di presentare tutti i contenuti come se fossero dei file fisici su un drive di rete. L'interfaccia impiega una piattaforma cross (Common Internet Filing System) e interfaccia CIFS e presenta i contenuti AV come normali file e cartelle IT. Tuttavia i file sono solo virtuali – creati al volo quando vi accediamo. La latenza e la necessità di memorizzare diverse copie fisiche per differenti formati vengono del tutto eliminate.

 

La Virtualizzazione permette anche di far apparire i file come se fossero di tipo differente. Per Final Cut Pro su Quantel, gli asset su sQ server sono virtualizzati su file QuickTime dato che quello è il formato che Final Cut Pro richiede. I file QuickTime non esistono sul server sQ, quindi non serve sprecare spazio né tempo per crearli e memorizzarli. Con la Virtualizzazione Final Cut Pro ha un accesso istantaneo ai file QuickTime così il workflow si accelera come mai in passato, senza creare e “storare” altri file.

 

Per descrivere ancora meglio i benefici della Virtualizzazione, Quantel ha anche dimostrato come virtualizzare contenuti sul server sQ dai formati HD e SD in una risoluzione bassa amichevole per il web in formato Flash video.

 

Il Modello di Identità Aperta

Una delle maggiori sfide nei flussi di lavoro file-based è come tenere traccia dei contenuti nel loro viaggio attraverso i vari processi e sistemi coinvolti nella tipica linea di post produzione. È facilissimo “appiattire” un file e perdersi i dettagli informativi sulle origini di ciascuna inquadratura, e sui diritti, rendendo assai difficile e dispendiosa per spreco di tempo qualsiasi successiva modifica. L'architettura di sQ già prevede un modello di identità molto robusto che è in grado di tener traccia di ciascun singolo frame in un edit e dei materiali originali. Il sistema noto come FrameMagic, opera attribuendo un identificatore globale universale (Globally Unique Identifier GUID) a ciascun frame, così da non perdere mai traccia né mai cancellare qualcosa accidentalmente, qualsiasi operazione venga eseguita sulla clip.

 

Il nuovo modello di identità aperta consente a sistemi di terze parti di accedere e impiegare tali info di identità. Quindi per esempio un sistema MAM riesce a individuare le singole inquadrature che compongono un edit, basta solo compiere una query nel sistema sQ. Info di identità sono espresse in formato file XML. Ciò rende molto semplice la traccia di diritti e altri metadata di tutti fotogrammi su tutto l'arco operativo della post file-based.

 

Il modello permette anche di tracciare le identità dei contenuti da sistemi di terze parti. Ciò viene ripreso appieno nell'integrazione di Final Cut Pro/Quantel. Ad IBC Quantel ha dimostrato come il sistema Open Identity consente il delta publishing – dove solo i nuovi frame creati da Final Cut Pro sono riportati al server – rendendo semplicissima e istantanea la pubblicazione di edit semplificati.

 

Pubblicare un edit da Final Cut Pro su sQ Server e cancellare il girato originale è assolutamente possibile senza rischiare di cancellare anche frame utilizzati sul progetto Final Cut. La tecnologia “Identity” estende i benefici di FrameMagic oltre Quantel e include Final Cut Pro e potenzialmente qualsiasi sistema di terze parti in futuro.

 

Servizi Web

I video in Flash grazie a un servizio di browser Web sono dei set di tecnologie IT che consentono flussi di lavoro basati sul web. L'aggiunta di connettività web nell'architettura sQ rende possibile accedere e interagire coi sistemi sQ via web grazie ad applicazioni tipiche come Flash e le Rich Internet Applications (RIA).

 

L'operatività sul web rende possibile i workflow remoti e l'aggiunta di supporto ai Web Service all'interno dell'architettura sQ permette di sfruttare tutto ciò meglio, in modo più facile ed economico che in passato eliminando l'esigenza di sistemi intermedi. Le applicazioni Web sono inter-piattaforma così i clienti hanno più scelta sui componenti dei sistemi. Sono anche disponibili sempre più per i dispositivi mobili così che il lavoro remoto si amplia ancora di più. Ad IBC Quantel ha annunciato lo sviluppo di RIA inter-piattaforma e applicazioni browser con tremendo potenziale per aumentare i workflow broadcast.

 

Ad IBC Quantel ha mostrato un tool di ricerca RIA che consente agli utenti Final Cut Pro di cercare contenuti sui server sQ. E anche una applicazione in Flash che gira in un browser web per la ricerca di materiali sui sistemi sQ; permette di vedere i risultati della ricerca come miniature e metadati, di mandare in play le clip come video in Flash (ovviamente virtualizzati) e di modificare i metadati associati alle clip.

 

"Stiamo associando le ultimissime tecnologie IT al nostro know-how broadcast per semplificare le operazioni file based per tutti. Operando a livello file possiamo eliminare del tutto molti problemi di workflow e rendere semplice e vantaggiosa per tutti l'operatività file-based," ha spiegato Dr James Cain, Responsabile delle Architetture Software presso Quantel.

distribuito da VSE: www.vse.it


Quantel – una passione per la Post il DI e il Broadcast

Quantel è un riferimento a livello mondiale nello sviluppo di sistemi ai massimi livelli che concentrano innovatività e grandissime prestazioni nella creazione e diffusione di contenuti nelle aree post, broadcast e DI. La nostra passione è creare gli strumenti più efficaci e aperti per l’era digitale. La gamma prodotti di Quantel comprende sistemi di post/finishing multi-risoluzione, altri premiati per la correzione colore, altri ancora dedicati alla post produzione Stereoscopica in 3D e sistemi digitali integrati per la produzione di news e sport. Tutti realizzano un flusso di lavoro creativo, produttivo e di profitto che assicurano alle case di post e ai broadcaster quel vantaggio competitivo che li stacca dalla concorrenza, in un mercato così competitivo e globale come quello dei media di oggi.

Distribuita in Italia da Video System Engineering

Via Aosta 23 Milano

t. 02 33107449 f. 02 33107516

Maurizio.balzarotti @ vse.it

Sito Web www.quantel.it

Ufficio Stampa www.PressPool.it

 

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967