 PressPool ufficio stampa digitale

RAI per UEFA: Palermo a ottobre e San Siro a Novembre

Gli accordi prevedono che RAI sia l'host broadcaster incaricato dalla UEFA delle riprese internazionali multilaterali per le partite di qualificazione in casa della nazionale italiana.

É, infatti, proprio il broadcaster nazionale italiano a realizzare il programma in video, privo di commento audio ma personalizzato con grafica proprietaria, che la UEFA distribuisce sul circuito televisivo internazionale alle tv che hanno acquistato i diritti di trasmissione.


Per tali occasioni, a seguire la Nazionale, la RAI ha messo in campo la sua struttura Grandi Eventi guidata dal Sig. Daniele Gotti. La struttura tecnico produttiva del Centro di Produzione TV di Milano segue la realizzazione di questi eventi. La parte tecnica sul campo è coordinata da Massimo Tomirotti, che ci fa da guida, mentre la regia della multilaterale è assegnata a Vincenzo Belli (già regista durante i Mondiali) che si occupa dei due incontri Italia-Azerbaijan a Palermo del 10 ottobre e Italia-Croazia il 16 novembre a San Siro, Milano.
I due incontri sono emblematici in quanto ripetono il format richiesto dalla UEFA - che è detentore dei diritti per tutte le partite di eliminazione dei gironi delle qualificazioni europee Francia 2016;
Esistono però nei due incontri delle differenze sostanziali, soprattutto dovute alla personalizzazione del canale italiano che trasmetterà la diretta dei due incontri per RAI Sport sui canali RAI1 e RAI 501HD.
Entrambi gli eventi prevedono una complessa regia per il program cosiddetto "multilaterale", infatti il segnale tv in HD creato per la UEFA si distingue dal clean feed tipico di questi eventi sportivi appunto perché è già provvisto di grafica internazionale.
Per contratto RAI è l'host broadcaster per conto della UEFA per contratto deve seguire un format per le riprese.
Secondo questo format le riprese devono prevedere un minimo di 13 telecamere, durante la fase di qualificazione dei gironi eliminatori.
Il veicolo RAI che effettua la ripresa "multilaterale" sul circuito internazionale per conto UEFA (con grafica apposita solo UEFA) è un bilico da 14 metri "Milano1 HD", e sul bilico è presente una doppia regia sia audio sia video, in grado di realizzare audio in 5.1 canali più simulcast stereo left right, per un totale di otto canali.
Sei apparati EVS XT2 più due BLT più Teca sono in rete e gestiti su un altro mezzo dedicato, per riproposizioni e replay, RVM con il coordinamento tecnico da Mauro Giovagnoli.
Molte telecamere sul campo da gioco sono impegnate in riprese per così dire "standard", ossia alcune sono posizionate per riprendere un campo lungo dalle tribune, altre per riprendere un campo stretto, poi le immagini dal retro porta e poi una serie di altre telecamere sono in campo per le "personalizzazioni" dell'evento.
Tutte le telecamere impiegate da RAI sono le LDK8000 di Grass Valley equipaggiate con ottiche HD Canon 72x e 82X; poi vengono anche impiegate ottiche 21x e grandangoli sempre della Canon.
In campo verrà utilizzata anche una steadycam in assetto radio camera con apparati in alta frequenza di Thomson e verrà a trovarsi a sinistra del campo rispetto al fronte di ripresa classico sul calcio d'angolo di sinistra.
Questa camera si occupa delle riprese all'inizio degli incontri per la presentazione delle squadre a centro campo durante gli inni nazionali, per poi spostarsi sulla sinistra ed effettuare le riprese necessarie.
Tomirotti dice: "La RAI dispone di altre radio camere in HD con apparati di trasmissione della Gigawave, ma abbiamo deciso di utilizzare collegamenti Thomson a 2,5 Ghz in quanto li considero per questa occasione più performanti dal punto di vista dei settaggi sulla qualità video, e anche perché nel caso di riprese "super-flash" a fine match non si avrebbe un ritardo audio."
Nel piazzato delle telecamere sono previste anche 4 super slowmo di Grass Valley tra cui due modelli LDK 8000 Sport per lo Slow motion (due fasi) e uno è il modello 6200 che risulta un po' datato come tecnologia, pur fornendo ancora una qualità molto elevata, e un modello LDK 8300 tre fasi.
In queste riprese super slow motion l'otturatore viaggia due o tre volte la velocità normale, e per evitare il flicker delle immagini nelle riproposizioni e dalla CCU escono due tre o tre segnali HD, mentre da una telecamera normale esce un unico segnale HD SDI. Questi segnali video vanno ciascuno a un ingresso di EVS. Infatti la batteria di EVS si occupa delle varie riproposizioni.

Più in dettaglio
A bordo del Milano 1 HD troviamo apparati in grado di gestire 18 telecamere più due radio camere poi un mixer video Sony della serie MWS 8000A, DVE 4 canali DME8000A, un banco audio Stagetech Aurus 40 fader, un multi effect e controllo loudness di TC Electronic modello 6000, due cestelli radiomicrofoni della Wisicom 8 canali ciascuno.
Sempre a bordo è stata installata una matrice video Trinix NXT di Grass Valley 128x128, un sistema audio della Adam come intercom a 128 porte, due EVS XT2 sei canali, due BLT Tricam HD, monitoria in regia video composta da 32 unità da 17" della Panasonic, e una seconda regia con banco video sempre della Sony e banco audio Soundcraft SI a 24 ingressi, collegato via madi al banco principale Aurus per gestire in modo flessibile le risorse.
La multilaterale viene realizzata dal bilico appena descritto affiancato da due mezzi d'appoggio con gruppo elettrogeno bi-gruppo da 90KV/a e un ulteriore mezzo d'appoggio da carico che fa da bagagliera e raccoglie telecamere cavalletti cavi, supporti, etc.
Il segnale multilaterale da realizzare è un 16:9 HD con audio in surround 5.1 canali che prevede un impiego di molti microfoni sul campo come da format richiesto da UEFA, con una disposizione standard dei microfoni e in contemporanea viene utilizzato anche un microfono surround testa virtuale della Holophone 5.1 posizionato a centro campo vicino alle panchine.
Altre strutture di ripresa messe in campo prevedono una "piattina" da centro campo che l'azione (meglio sarebbe dire "la anticipa") in dettaglio, un braccio Extreme Jimmy Jib alla massima estensione e una camera sugli highlo e una steadycam via radio.
Il mezzo della ripresa multilaterale è attrezzato con registrazione XDCAM
Due postazioni di editing sono collocate su un altro mezzo mobile che RAI Sport utilizza per la propria personalizzazione e vengono impiegati i sistemi Edius di montaggio su PC.
Due altri mezzi mobili si occupano delle trasmissioni in uplink, di cui uno è dedicato alla UEFA per il segnale HD 16:9 Dolby 5.1 più stereo, mentre il secondo uplink si occupa delle trasmissioni personalizzate di RAI Sport in 16:9 HD simulcast 5.1 più audio stereo.

Personalizzata a San Siro
A fianco del mezzo Milano 1 HD che crea la multilaterale UEFA, viene utilizzato anche un altro mezzo mobile dedicato alla personalizzazione di RAI Sport che gestisce 5 telecamere più tutte le postazioni audio che l'editore Rai Sport richiede, ossia la commentary position in tribuna, un piccolo studio giornalistico in campo, molto semplice, realizzato con un tavolo e totem laterali che hanno come sfondo il campo di gara, uno studio negli spogliatoi, una mic zone, un giornalista a bordo campo che all'inizio, alla fine del primo tempo e l'inizio del secondo e a fine partita può effettuare delle interviste live. Durante la partita come indica il format EUFA queste postazioni di personalizzazione rivestono le funzioni cosiddette "pitch reporter", ossia da bordo campo vengono impiegate dai giornalisti delle varie televisioni che personalizzano il segnale tv e hanno un giornalista che trasmette solo un commento audio.
La grande differenza tra i due incontri è che a Palermo il mezzo mobile che effettua la produzione multilaterale "slpitta" la regia audio e video e grazie alla presenza citata di doppie strutture audio e video produce in una volta sola anche la personalizzazione di rai Sport, mentre a San Siro vengono impiegate più risorse e la personalizzazione viene effettuata su un mezzo fisicamente staccato, sempre nel tv compound.

PressPool

Progetto

Progetto

- Virtual Press Office - Ufficio Stampa - Abbiamo realizzato questa Sala Stampa Virtuale per: * fornire alle aziende i supporti comunicativi essenziali alla crescita corporate,* dare una maggiore visibilità ad alcuni...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967