 PressPool ufficio stampa digitale

Ferrari Challenge, le Finali al Mugello con Global Production

Dal 24 al 27 ottobre si è svolta la finale del trofeo “Ferrari Chalenge”, o “Corse clienti”, un campionato motoristico monomarca creato nel 1993 e che ora comprende tre campionati ufficiali negli Stati Uniti, in Asia-Pacifico ed Europa.

I concorrenti sono riuniti all'evento annuale delle Finali Mondiali all'Autodromo del Mugello, il circuito automobilistico e motociclistico di Scarperia e San Piero, di proprietà della Ferrari.

 

Il tracciato della pista, lungo 5.245 metri, si snoda attraverso 15 curve e ha impegnato oltre 170 auto Ferrari. Ancora una volta la torinese Global Production, super specializzata nelle produzione di riprese televisive "on venue" e relativa distribuzione di contenuti, è stata scelta ed è stata, di fatto, il produttore esecutivo dell'evento televisivo, nonché il curatore della parte editoriale. 
La Global Production dallo scorso luglio è di fatto il nuovo partner italiano di Euro Media Group, che, da parte sua, è un nome di riferimento nel panorama europeo dei servizi radiotelevisivi e audiovisivi.

Si propone al mondo dei media con “un know-how unico e competenze di fama mondiale per gestire l'intera catena produttiva, dalla creazione dell'immagine alla distribuzione".

Global, grazie a mezzi produttivi propri e di alto livello, ha apportato a EMG tutta la propria potenza di fuoco grazie a quattro mezzi mobili e forze produttive di alto livello, diventando di fatto la compagine operativa per i lavori in esterne di Euro Media Group Italy.

 

Davide Furlan, CEO e partner di Global Production, ci dice: “È dal 2010 che siamo stati scelti come produttori ufficiali del Ferrari Challenge, manifestazione che, data la nostra lunga esperienza in riprese televisive sulle piste automobilistiche, per noi rappresenta un evento molto interessante da produrre.

Questo perché realizzare una trasmissione di motor sport garantendo la continuità delle riprese e rendere al massimo la velocità dei veicoli richiede delle peculiarità operative che non tutti i service tv possono vantare.

Si tratta di saper scegliere le tecnologie più pertinenti e comporre capacità operative all'interno di un circuito che comunque presenta sempre una componente di pericolosità di non poco conto.

Non a caso le troupe e tutti i professionisti che sono chiamati ad operare sul circuito sono da noi selezionati e devono possedere capacità particolari.

Riserviamo un'attenzione particolare a tutto quello che riguarda la sicurezza del lavoratore: basti pensare che le auto passano a 300 km orari e quindi tutto l'evento deve essere seguito secondo stringenti vincoli di sicurezza, grazie alle nostre capacità che si sono sviluppate in anni di impegno, ben oltre quelle che sono le leggi basilari contro gli infortuni sul lavoro.

Oltre a rendere la ripresa spettacolare, per raccontare al meglio lo sport per i telespettatori, facciamo molta attenzione a non mettere nessuno in pericolo”.

Al Mugello è stato utilizzato il mezzo mobile Global Production OB6 Van HD, equipaggiato, come standard, con fino a un massimo 30 telecamere GrassValley LDK86N con 4K HDR, 3x, 6x licenze. È un trailer da 16.50x 4m che monta tecnologie Imagine Communications come matrici AV, un cuore mixer video Grass Valley Kayak HD300 – 4,5ME Multiviewer HViewSX PRO 64x6, 30 pannelli router, Audio e Video Glue di Imagine Communications per 96 ingressi video 3G, pannelli 3ME Panel e 2ME, mixer audio di Digico con 96 ingressi e 48 uscite AES, sistemi di Intercom della Riedel con 24 pannelli LCD, monitor LG LCD Monitor da 55” per la produzione, LG LCD Monitor da 32” per la sezione Slomo e i SONY PVM-1741 per l'area Engineering.

A bordo ci sono fino a un massimo di 10 EVS come LiveSlomotion Recorder e fino a 10 VTR (HDCAM-XDCAM), 2 Hyperdeck 4K, e poi la distribuzione e il reclocking,

i Video Embedder e deembedder da 16ch, la distribuzione video e audio anche analogica, la distribuzione, ben 10 schede 3G Video e Audio Frame Sync con correzione colore e Delay, 18 Video Cross Converter 3G e svariati strumenti di misura del segnale, master time generator, change over, analizzatori audio con DolbyE e altro ancora.

Le immagini in Full HD sono state distribuite in tutto il mondo e in Italia irradiate dal vivo su SKY.

Global Production, oltre ad avere svolto funzioni di produttore del feed internazionale clean host broadcast, ha prodotto anche un secondo feed per la trasmissione internazionale in lingua inglese e un terzo feed nazionale per la personalizzazione di Sky Italia, con un “running order” diverso.

Il mezzo OB6 scelto per questo ingaggio permette la doppia produzione grazie a spazi interni di regia main e secondaria del tutto separati.

Davide Furlan aggiunge: “Questa finale è stata realizzata con un impegno di 20 telecamere GVG, dislocate sul circuito, nella logica di coprire le parti strategiche del percorso - dove spesso avvengono sorpassi e contatti tra le auto - e per dare, ovviamente, la continuità del racconto e della gara. Il capitolato standard viene sempre adattato e da noi interpretato secondo le peculiarità del circuito”.

Le riprese audio rivestono una dimensione sempre più importante nei media di oggi e per le finali è stato prodotto secondo la tecnica dell'audio immersivo 3D nella registrazione e in stereo e 5.1 Dolby nella diretta.

Per le riprese audio, oltre ai microfoni tipici su ciascuna telecamera che segue il video, sono stati impiegati due sistemi di ripresa omnidirezionale con teste Soundfield piazzati uno ai paddock e uno in prossimità del tv compound.

Un apposito codec della Klang riceveva i segnali AES EBU di tutti in microfoni in campo e un operatore fonico dedicato decideva l'esatta collocazione di ogni suono per determinare la spazialità virtuale tipica dell'audio immersivo.

Seguendo le inquadrature del regista e creando un effetto di presenza ancora maggiore col 3D audio si ottiene una migliore collocazione della sorgente sonora nello spazio tridimensionale.

Dato il pesante coinvolgimento di Global Production nelle prossime Olimpiadi 2020, in cui l'audio sarà ufficialmente realizzato e trasmesso in modo immersivo 3D, i test su questo nuovo sistema di ripresa continuano e anche il Ferrari Challenge ha restituito informazioni importanti.

I metadati che vengono utilizzati per queste informazioni aggiuntive vengono codificati in fase di produzione e consegnati assieme al video. Poi il software a casa nel decoder casalingo compie la decodifica e invia suoni discreti al sistema di casse surround esteso.

La produzione dello scorso anno è stata realizzata in UHD mentre quest'anno è stata irradiata in Full HD come scelta di SKY che al momento trasmette solo un canale in UHD.

Al Mugello il TV compound era posizionato all'inizio dei paddock e il collegamento in uplink satellitare era affidato in outsourcing a Globecast.

Oltre a due troupe Eng che riprendevano diversi contenuti informativi, le immagini a contorno della diretta sono state moltissime e non a caso il mezzo mobile prevedeva tre suite di editing che hanno lavorato già dal primo giorno per creare anelli di immagini utilizzate sia nel pre, sia nel post gara e nel magazine.

Davide Furlan conclude: “Il Ferrari Challenge dura tre giorni di gara da venerdì a domenica e noi iniziamo con gli allestimenti addirittura dal lunedì precedente, per essere pronti il venerdì mattina. Già da giovedì vengono effettuare prove di qualifica cronometrate e noi iniziamo con test e registrazioni dei contributi di contorno.

Il team che abbiamo schierato per questa occasione era composto da circa 45 persone di cui a bordo del mezzo vi erano: regista, assistente regia, mixer video, 5 operatori rvm, 4 ai controlli camere, due fonici al mixer audio, il produttore, e il capo tecnico.

Una delle caratteristiche che contraddistingue la produzione del Ferrari Challenge è la presenza anche delle telecamere miniaturizzate on board live; infatti noi ne montiamo cinque, di cui quattro sulle auto in corsa e una sulla safety car. Sono telecamere miniaturizzate della Marshall con ponti radio della VSN Vislink”.

###

 

 

 

 

 

 

 

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

  PressPool p.iva 03912510967