 PressPool ufficio stampa digitale

Il "film First Man", la NASA e FilmLight

Un film che racconta la storia del famoso grande salto per l'umanità di Neil Armstrong. Per dargli un forte senso di autenticità, il regista Damien Chazelle si era recato alla NASA per vedere se ci fosse materiale d'archivio dell'era Apollo.
La buona notizia era che la NASA offriva l'accesso completo al materiale d'archivio e ce n'era davvero tanto tra cui scegliere.


Per il lancio dell'Apollo 11 avevano diverse telecamere che catturavano molti dettagli ingegneristici del Saturn V da diverse angolazioni.
La cattiva notizia era che il materiale filmato era in un formato unico: un formato militare da 70 mm obsoleto, da 10-perforazioni, sviluppato dalla NASA e che utilizzava la pellicola Kodak Ektachrome - in particolare il passo del pignone era incompatibile con le moderne tecniche di scansione del film.
David Keighley, presidente di IMAX, ha suggerito che uno scanner prototipale presso FilmLight avrebbe potuto permettere di trasferire il filmato.
Il produttore di effetti visivi Kevin Elam ha anche scoperto che esisteva un gate realizzato per una telecine di Rank Cintel, presso il White Sands Missile Range, quindi mentre questo poteva fornire un riferimento per il telecine, una qualità di scansione moderna era ancora da realizzare.
Kodak aveva sviluppato uno stock di pellicola Ektachrome speciale per la NASA, con una gamma dinamica estremamente elevata. Ciò significava che tutti i dettagli dei lanci notturni potevano essere catturati, con i punti salienti luminosi dello scarico del razzo che non bruciavano i dettagli di attività attorno alla piattaforma di lancio.
Kevin Elam così ha contattato FilmLight per vedere cosa si poteva fare.
FilmLight è una struttura riconosciuta non solo per la sua competenza sul colore, ma per la sua comprensione del mezzo cinematografico.
Fondata nel 2002, FilmLight sviluppa sistemi di livellamento del colore, applicazioni di elaborazione delle immagini e strumenti di flusso di lavoro per l'industria della produzione di film e post produzione video.
Il primo prodotto di FilmLight è stato lo scanner per pellicole Northlight in grado di eseguire la scansione di formati da 16, 35 o 65 mm.
Casualmente, FilmLight ha un progetto di ricerca in corso sulle tecniche avanzate di scansione del film, riconoscendo che la conservazione dell'archivio sarà un aspetto critico negli anni a venire.
Gli archivi sono disponibili in moltissimi formati, la maggioranza abbandonata da molto tempo.
Ma il deterioramento naturale di gran parte del materiale significa che spesso nel restauro è possibile un solo passaggio per la scansione del film.
Quindi uno dei principi guida del progetto di ricerca di FilmLight - nome in codice Arclight - è che dovrebbe essere in grado di scansionare qualsiasi pezzo di pellicola, indipendentemente dalla dimensione, dal numero e dalla posizione delle perforazioni. Questo sembrava un test ideale nello sviluppo.
Chris Hall che dirige il progetto per FilmLight ha ricevuto un film di prova e tutto ciò che doveva fare era caricarlo e definire un formato appropriato nel software - le dimensioni del frame e delle ruote dentate.
L'area dell'immagine è quindi uscita come una cornice quadrata di poco oltre 7000 linee: in realtà 7250 x 7250 pixel.
Ciò ha dato una scansione ad altissima risoluzione delle immagini.
Il film è iniziato quasi completamente opaco, ma poi l'immagine del razzo, in una fase di lancio, di notte, era chiaramente visibile sul monitor.
Poi improvvisamente il film è diventato quasi trasparente all'accensione del razzo. L'Ektachrome era leggermente sovraesposta a questo punto - il che è del tutto comprensibile considerando quello che riprendeva. Questa gamma di densità è sempre una sfida per un film scanner, ma la qualità dell'immagine che ha catturato l'intera gamma dinamica è stata soddisfacente.
In totale, FilmLight ha scansionato circa 20 minuti di filmati per i produttori di First Man. L'obiettivo del film ricreare autenticità è stato notevolmente potenziato grazie all'inclusione di questo materiale reale e questo lavoro ha migliorato la comprensione di FilmLight delle sfide relative alla digitalizzazione dei filmati d'archivio con la massima qualità possibile.
http://www.filmlight.ltd.uk

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

Adsense XP

  PressPool p.iva 03912510967