 PressPool ufficio stampa digitale

Formula E, un campionato "elettrizzante"

SportMediaset in pista con le auto elettriche di E-Prix
MonitoR Media Age intervista il team Sport Mediaset incaricato di seguire il campionato mondiale delle vetture elettriche, la Formula E: Alberto Brandi Direttore di SportMediaset, Fabio Pravettoni produttore, e il Direttore di produzione Filippo Molinari.

 

MonitoR Media Age: "Sig. Alberto Brandi, In qualità di Direttore di SportMediaset, ci può dare una descrizione dettagliata di questo sport piuttosto recente, dove si svolge, in che periodo, quanti eventi comprende, se Mediaset segue tutte le competizioni e raccontarci alcuni tratti aneddotici di questo programma televisivo destinato sicuramente a crescere."

Risponde il Direttore Alberto Brandi: "Il Campionato Mondiale di Formula E è arrivato alla quinta edizione. È la prima, però, con le auto di seconda generazione che esibiscono maggiore velocità e autonomia. Infatti da quest'anno le gare sono corse senza pause, mentre fino all'anno scorso si sviluppavano in due parti.
La stagione è cominciata il 15 dicembre a Ryad e si chiuderà il 13 e 14 luglio con le gare di New York per un totale di 13 E-Prix.
Quest'anno la nostra presenza dal posto è estesa rispetto alla precedente stagione: siamo presenti con la nostra massima copertura in 9 dei 13 appuntamenti.
Gli sforzi principali sono orientati verso la tappa di Roma del 13 aprile che l'anno scorso ebbe un successo incredibile: la share media fu superiore al 9%, un dato al di sopra di ogni aspettativa e che cercheremo di confermare.
Tornando alla copertura esterna, saremo comunque presenti in tutte le tappe con almeno un inviato."

MonitoR Media Age: "Quanti professionisti siete soliti impiegare nella produzione di una gara, sia a livello di redazione sia di tecnica?"

Alberto Brandi: "La squadra giornalistica è guidata da Luca Budel. Nelle gare che seguiamo dal posto mettiamo in campo Irene Saderini, conduttrice, Ronny Mengo, conduttore/inviato, Anna Capella, inviata, Nicola Villani, telecronista, Fabiano Vandone, commentatore tecnico.
Il produttore di riferimento è Fabio Pravettoni affiancato da Annamaria Pagnini e Christian Scarpina. Il direttore di produzione è Filippo Molinari."

MonitoR Media Age: "Il campionato E-Prix dove va in onda e in che fascia? Vengono effettuate anche repliche?"

Risponde il Direttore di SportMediaset Alberto Brandi: "La rete televisiva di riferimento è Italia 1, le fasce variano di volta in volta a seconda della città in cui si corre l'E-Prix.
Per gli appuntamenti europei, la partenza è fissata tra le 16 e le 18.
Oltreoceano si parte in serata e in Oriente di mattina.
Prevediamo ritrasmissioni nel pomeriggio per gli E-Prix in onda di mattina.
Tutto è visibile anche in streaming sul nostro sito Sportmediaset.it, dove è possibile rivedere tutte le gare on demand."

MonitoR Media Age: "Mediaset per molte produzioni mette in campo mezzi proprietari che si occupano della produzione televisiva, mentre in altre occasioni sceglie dei service specializzati in esterno. Cosa avviene in questo caso? Il regista necessita di specializzazioni diverse da quelle della Formula 1 e a livello di linguaggio di immagini può realizzare "cose diverse"?

Risponde il Produttore Fabio Pravettoni: "Negli E-Prix che seguiamo in esterna il service è NVP, già al nostro fianco l'anno scorso.
Il regista è sempre Andrea Miglio e le riprese sono simili a quelle tipiche dei circuiti automobilistici.
Nelle quattro gare che seguiamo da Cologno, la realizzazione è a cura del nostro Centro di Produzione."

MonitoR Media Age: "Quanti mezzi mobili compongono il tv compound?"
Fabio Pravettoni: "Siamo presenti con 4 mezzi mobili. In totale, nel tv compund della Formula E tra l'host broadcaster e le altre tv ci sono circa 40 mezzi.

MonitoR Media Age: "I collegamenti verso la diffusione broadcast sono satellitari e/o realizzati in fibra ottica? Chi si occupa dei collegamenti di uplink?"

Risponde il Direttore di produzione Filippo Molinari: "I collegamenti sono realizzati via satellite. L'uplink è curato dai vari fornitori a contratto con EiTowers, la società del gruppo Mediaset che si occupa di telecomunicazioni."

MonitoR Media Age: "Come si chiama il mezzo mobile ingaggiato, quali caratteristiche propone e quante camere riesce a gestire?"

Filippo Molinari: "L'host è a cura di FEO TV, l'organizzazione inglese incaricata della produzione ufficiale della Formula E che realizza il clean feed.
Il nostro mezzo di produzione tv che portiamo in loco è un ob-van di integrazione/personalizzazione.
In alcune tappe, dove prevediamo una personalizzazione complessa, utilizziamo la regia 4k OB4 di NVP, un bilico di 14 metri a tripla espansione che permette di lavorare agiatamente su uno spazio di fino a 6 metri di larghezza.
Si tratta di un veicolo potentissimo che gestisce fino a 28 telecamere Grass Valley LDX86N 4K Nativi, a bordo trasporta Mixer Video Snell Kahuna Sam 9600 IP-3G Format Fusion 4 con management controllo e conversione UHD - HDR – SDR. Il Video Server è EVS XT3 con rete in fibra da 10 gb e sistema multireview; a bordo ci sono: matrice ibrida Snell Syrius Sam 840 IP-3G 576x576 completamente ridondata, Multiview Grass Valley Miranda Kaleido MX 3G 4K con monitor senza bordi, e altri apparati come i Reference Monitor 4K HDR di Canon DP 2410 e Tvlogic 4K, gli SPG Tektronix Dual SPG 8000 con Eco 8000, analizzatori e WFM 8200 Tektronix 3G 4K HDR; Mixer Audio Lawo MC2 56 MKII con superficie primaria da 48 + 16 fader, e secondaria Lawo MC2 56 16 + 16 fader, matrice audio Lawo Nova 73 - Intercom Clearcom Eclipse HX con 256 porte madi - ip - digitali, analogiche.
Nelle altre tappe "più piccole" utilizziamo la regia OB1 in HD che misura 9 metri per 4,5."

MonitoR Media Age: "L'audio che accompagna le riprese è sicuramente importante per il coinvolgimento degli appassionati. Lo realizzate in stereo o in surround?"

Filippo Molinari: "Produciamo un programma in Stereo che viene convertito in Dolby 2.0 dalle nostre emissioni a Cologno.
I radiomicrofoni e i tecnici audio appartengono al centro di produzione RTI.
Utilizziamo dei sistemi radio Wysicom."

MonitoR Media Age: "Quante camere posizionate in genere sui circuiti e il numero varia a seconda della località?"

Filippo Molinari: "Da gara a gara stabiliamo il numero di telecamere, ovviamente a seconda dell'importanza dell'evento.
La copertura minima prevede 6 telecamere di cui 4 radiocamere direttamente sul circuito e 2 telecamere cablate e remotate utili ai commentatori.
Le camere sono GrassValley."

MonitoR Media Age: "Quanto tempo ci vuole per ogni setup prima di ogni gara e potete contare sulla presenza di fibre precablate sui circuiti?"

Filippo Molinari: "Essendo i circuiti realizzati nei centri delle città, non esiste un precablaggio in fibra.
Queste vengono stese dal nostro service durante le fasi di setup per gli apparati delle radiocamere e dei radiomicrofoni.
Il setup inizia generalmente il mercoledì mattina per essere pronti alla diretta del sabato mattina."

MonitoR Media Age: "Sicuramente dalla venue realizzate servizi montati, interviste e highlight; che sistemi sono coinvolti?"

Filippo Molinari: "Per realizzare gli highlight e i servizi utilizziamo dei sistemi EVS a 6 canali e sistemi editing con Final Cut."

MonitoR Media Age: "Si parla molto di 4K, di HDR o SDR, ma l'emissione è ancora in HD?"

Filippo Molinari: "Utilizziamo sistemi HD e 4K, ma finalizziamo sempre il prodotto in un Full HD.
L'HDR non è ancora presente nelle nostre emissioni Mediaset."

MonitoR Media Age: "Quanti feed vengono prodotti dal circuito?"

Filippo Molinari: "Produciamo un feed per i collegamenti e per la diretta del programma.
L'host broadcaster ci passa altri due feed multilaterali che ci servono come backup."

MonitoR Media Age: "Fate impiego anche di sistemi di ripresa particolari, come droni, dolly, crane, e action cameras?"

Filippo Molinari: "Le nostre radiocamere sul campo sono tutte presidiate.
Le telecamere nelle due cabine di commento sono cablate e remotate.
Utilizziamo a volte delle action cameras posizionate onboard delle vetture solo per i servizi di presentazione della pista.
Durante la diretta utilizziamo i segnali iso dell'host che vanno delle varie onboard ad alcune camere speciali come ad esempio la wirecam,una telecamera aerea remotata su cavi d'acciaio da 400 mt tesi tra due gru."

MonitoR Media Age: "Come viene realizzata la grafica e ci pensate voi?"
Filippo Molinari: "Per le grafiche pre e post gara utilizziamo workstation a bordo della regia. Le grafiche della gara invece vengono generate direttamente dall'host broadcaster."
###

 

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

  PressPool p.iva 03912510967