 PressPool ufficio stampa digitale

Articoli

Percorsi Video: una “sei giorni” di editing


La formazione tecnica audio e video per chi vuol davvero saper fare il lavoro

(articolo in uscita su Millecanali, Ed. Il Sole24Ore, tutti i diritti riservati)

Se avete visto il francese film di Dany Boon uscito da noi nel 2008 “Benvenuti al nord”, certo ricorderete che il protagonista Philippe forzato per lavoro in una località al Nord di Parigi e considerata per pregiudizio un posto in una regione terribile, scopre invece un mondo di umanità, amicizia e un ambiente ideale dove insediarsi anche a vita. Uno dei personaggi al suo arrivo riconoscendo i pregiudizi di chi viene da lontano gli dice, “vedrà che chi viene qui, piange due volte, quando arriva e quando se ne va!”


Per lavoro -e poi vi spieghiamo tutto- siamo stati in centro Italia tra Viterbo e Orvieto, ad Acquapendente, e vi posso già anticipare che chi ci si reca piange una volta sola,...quando se ne va!

Ma andiamo con ordine.

Ad Acquapendente esiste da tre anni una scuola di training riconosciuta da Avid, e Apple, denominata “Percorsi Video” che come tale realizza corsi di montaggio video a livello tecnico per creare montatori su diversi livelli, rispettivamente certificati dalle due case madri. Nella stessa sede, la consociata “Percorsi Audio” crea operatori tecnici certificati su Digidesign ProTools e Ableton, con diverse specializzazioni e diversi gradi di competenza, dal DJ, al fonico live, a quello per la registrazione musicale, quello dedicato alla post produzione cinema, video e via dicendo.

Siamo stati invitati a partecipare in modo diretto a un corso di editing su Avid, precisamente MediaComposer MC101, quindi a livello “user”, un corso davvero intensivo, una vera “full immersion“ di ben cinque giorni e quelle che state leggendo sono le nostre impressioni e report.

Prima di tutto il luogo.

Chi vive nella grande città sa che purtroppo una gran parte delle energie quotidiane viene dispersa nell'attività di raggiungere il posto di lavoro o di studio da quello di residenza e poi nel percorso inverso a fine giornata. Qui a Percorsi Video e Percorsi Audio (che di qui in avanti chiamiamo solo “Percorsi Video”), si è scelto di “isolarsi dal resto del mondo” e mantenere la sede originale in località agreste come Acquapendente proprio perché i vantaggi sono molti e notevoli.

Prima di tutto la scuola fisicamente dista dai vari alberghi e ristoranti convenzionati talmente poco da poter raggiungere tutto in pochi minuti a piedi. Le stazioni ferroviarie sono vicine -i trasporti da e per previsti e gratuiti- e chi preferisce spostarsi in auto la può parcheggiare comodamente e dimenticare per tutto l'arco del corso.

Tutto il paese -assai pittoresco- si può girare in modo rilassato a piedi e visto che ci siamo stati d'inverno, l'aria fresca che si respira è sicuramente più pulita della media cui siamo soliti e viene leggermente virata da un gradevole profumo di legna bruciata nei camini, un po' in stile baita di montagna.

E un altro dato assai importante... il cibo, posso garantire di persona che vale da sé l'impegno di tempo, energie e denaro che questo corso richiede!

Niente slide né macchine di cartone

Tralasciando altre -come dicono da queste parti- “bischerate” e concentrandoci sul motivo centrale di questo viaggio, vi dico subito che il corso di montaggio Avid è strutturato in modo piuttosto rigido seguendo i parametri che la casa madre consiglia e impone alle strutture ufficiali, appunto riconosciute come Avid Training Center”. Quindi, una serie di moduli molto fitti, intercalati da brevi pause tè-caffè, ma sicuramente un corso molto denso di informazioni e subito seguite da sessioni di hands-on sulle macchine, per fissare tali nozioni.

Prima caratteristica che salta all'occhio, il fatto che in ogni corso sono ammessi al massimo quattro studenti, ciascuno dotato di un apposito computer Apple e software regolare Avid Media Composer; lo stesso su cui il montatore si troverà ad operare nel lavoro di ogni giorno.

Tutte le macchine sia audio sia video, sono quelle che poi si incontrano nel lavoro e i corsi non sono fatti di chiacchiere e slide proiettate.

Tralasciamo da queste note -con la stessa delicata eleganza applicata dai soci della scuola- tutta la parte “polemica” che sicuramente distingue Percorsi Video da moltissime altre scuole in tutta Italia, dove gli studenti sono molto di più, dove non sempre c'è una macchina per ogni discente, dove i corsi durano molto di più (e quindi alla fine costano molto di più) e dove non sempre i docenti sono anche personale effettivamente attivo nel mondo del lavoro ma “semplici” insegnanti.

E ancor a monta, mi sembra doveroso riportare il concetto che i soci sono prima di tutto interessati a realizzare davvero una scuola utile e colmare una lacuna che hanno sentito in prima persona, dato che loro stessi lavorano in questi settori e che il mondo del lavoro all'estero ha già segnalato: ossia la scollatura tra quello che si impara e quello che si va ad utilizzare nel mondo reale qui in pratica non esiste.

Fausto Demetrio, socio, direttore e docente della scuola conferma senza paura di essere smentito: “Quando esci da qui e hai una certificazione in mano il lavoro lo sai fare e hai certo più possibilità di trovarlo dato che sei selezionato e certificato”.

Giovanissimi, due dei soci e docenti intervistati qui, ossia Fausto Demetrio e Senio Corbini), hanno profuso molte energie nelle “fondamenta” su cui si basano questi corsi e l'idea di fondo non è certo “fare un business” ma con grande entusiasmo e “piedi per terra”, vogliono in modo consapevole riempire tutte le lacune che gli altri corsi lasciano per strada, avendole verificate in prima persona.

Se questi dovessero sembrarvi luoghi comuni e frasi fatte vi posso confermare che i due soci hanno seguito il mio stesso corso di editing proprio al fine di una verifica puntuale e in prima persona delle caratteristiche che il docente e il percorso di insegnamento video deve avere. Questo scambiarsi i ruoli da docenti a discenti consente a chi dirige una scuola (e fa anche l'insegnante) di capire al cento per cento se il corso in oggetto offre quanto promette la struttura, cioè la capacità di uscire allo scoperto e iniziare a lavorare sul serio con gli strumenti che servono.

Quindi sottolineiamo la concretezza dei corsi, la costante volontà di non abbassare mai il livello e ad avvalorare tutto ciò ricordiamo che il sito Avid riporta una lista degli alunni che hanno passato l'esame finale (tutt'altro che semplice, vi assicuro) da cui le aziende possono attingere (ed è già successo spesso) quando necessitano di personale specializzato e certificato. Molti dei nomi in questa lista erano prima nell'elenco dei discenti di Percorsi Video. Alcuni a loro volta oggi sono dei docenti impiegati anche all'estero.

Altra notizia interessante è che il piccolo “centro studi video” di Acquapendente fornisce già il training anche a strutture del calibro di RAI (sede di Roma), quindi corsi ritagliati secondo esigenze del committente, e anche presso la sede stessa del cliente e sulla durata necessaria.

Quindi, in pratica, i corsi possono essere standard se è richiesta una certificazione oppure “on demand” su misura per il cliente, se necessari, e finalizzati a un “fine tuning” di operatori già inseriti in una struttura di lavoro pubblica o privata.

Il docente è centrale e una nota di distinzione

Prima di tutto i docenti devono essere personale attivo e operativo tutti i giorni nel ramo di lavoro che insegnano e quindi non certo grandi professori poi in effetti scollati inevitabilmente dal mondo reale, operativo di tv, produzioni, post produzioni, etc.

Altro caso non fortuito, tutti gli insegnanti sono trainer certificati dalle case madri e dopo e durante i corsi non importa il livello, base, avanzato o trainer, sono sempre a disposizione, infatti tutte le salette quando libere dai corsi sono a disposizione degli studenti che vogliono ancora perfezionarsi, anche dopo mesi dai corsi.

Malgrado i vari percorsi di training siano dei programmi di certificazione ufficiali, in alcune parti sono personalizzabili, con una certa flessibilità. Quindi il docente è in ascolto delle richieste dei singoli studenti, e ha un certo margine in più per approfondire determinati argomenti. In più “il corso non finisce negli orari del corso”, infatti tutti i trainer sono sempre disponibili a fermarsi a scuola, pranzano, cenano e dimorano assieme agli studenti e anche a corso finito sono ancora in diretto contatto via mail con i discenti.

Non è un caso che la scuola Percorsi Video vanti un elevato numero di studenti che frequentano più corsi a distanza di tempo.

Per i corsi audio, apposito accordi di collaborazione con strutture esistenti ad esempio col Mulino Recording di Acquapendente consente di svolgere stage di perfezionamento focalizzati su alcuni temi; spesso in presenza di altri professionisti del settore, anche di fama.

Chi pensa che questi corsi non siano economici a prima vista, deve fidarsi del mio personale parere (o chiedere in giro...) quando affermo che l'alto livello della formazione complessiva già di per sé li giustifica. Però chi ha una minima dimestichezza in matematica si rende conto subito che in molti casi sono addirittura regalati. Infatti, per esempio con Avid Media Composer, se sommiamo il costo del corso a quello scontato del software -cui si ha diritto una volta superato l'esame- ci si rende conto che è addirittura inferiore a quanto si dovrebbe spendere nel semplice acquisto del software originale a prezzo pieno e senza corso di training!

Per tutti gli studenti di Percorsi Audio e Percorsi Video è valido -inoltre- lo “sconto educational” che coinvolge tutti i software e gli hardware interessati in misura variabile dal 5 fino al 60% (Apple compresa).

Membro AES, la scuola ha diversi riconoscimenti e unica in Italia, è associata all'IMSTA (Associazione Internazionale del Commercio del Software Musicale), consiglia l'impiego di software e plug-in originali, e il personale è tutto in regola.

========IN UN BOX=========

Alcuni corsi in area audio di “Percorsi Audio” sono molto lunghi e proporzionatamente costosi, e arrivano a durare anche venti giorni; però in questo arco di tempo uno studente si trova ad affrontare le stesse pressioni che poi ritroverà nel mondo del lavoro. Quindi in pratica si rende conto in soli venti giorni e con un costo ragionevole se quel lavoro fa per lui oppure no.

Alcune altre scuole -invece- dilatano questi stessi corsi addirittura su due o tre anni col rischio , dopo questo lungo arco di tempo di capire solo alla fine che il lavoro non è come lo si pensava e quindi di aver buttato via due o tre anni in un momento strategico della propria vita.

Didascalia

“Le aziende a volte chiedono alla nostra scuola Percorsi Video e Percorsi Audio di Acquapendente, VT, personale specializzato ed essendo una struttura riconosciuta da Avid, Apple e Digidesign, siamo in grado di rispondere direttamente e fornire i nominativi dei migliori studenti per ogni zona.” Fausto Demetrio, docente, direttore e socio.

Didascalia

Nei corsi più lunghi si cerca di ricostruire la pressione che poi c'è nel mondo del lavoro così da capire sa tale professione è davvero adatta allo studente e senza che questo sia obbligato a gettare al vento due o tre anni di scuola “tradizionale”.

Didascalia

“Per le aziende Audio e Video oggi è importantissimo semplificare il workflow per ottimizzare i costi, i tempi e il percorso del lavoro. Noi siamo in grado di aiutarle parecchio con training mirato per i loro professionisti on site o presso la nostra scuola Percorsi Audio e Percorsi Video di Acquapendente. Senio Corbini, docente e socio.

PressPool

PressPool Abroad

PressPool Abroad

OUR MAIN COURSES (FOR INTERNATIONAL CUSTOMERS): PressPool Press office "main courses" (for international customers) are: * Creating press releases and case studies on target * Create and populate international websites * Web videos, pure...

  PressPool p.iva 03912510967